Il Dolce della Domenica

La Domenica è senza dubbio il giorno più controverso di tutta la settimana: per i cristiani è il giorno
del Signore, per i lavoratori è l’unico e agognato giorno di riposo, per gli studenti è il giorno in cui
deambulano per casa senza scopo e con male di vivere, per chi è a dieta è la fine di una settimana
di stenti e l’inizio di un’altra.
Già, la Dieta. Comunque cerchino di fartela passare è una barbarie.
A volte necessaria, necessita a sua volta di qualcosa che la renda meno punitiva, proprio come la
Domenica necessita di qualcosa da fare che sia divertente e dia un senso a quel vagare con
sguardo vacuo.
Ed è per adempiere a entrambi questi scopi che nasce “Il Plumcake della Domenica alle
Frutte,che Strizza l’Occhio a una Dieta Ipocalorica ed Equilibrata con la Giusta Dose di
Esercizio Fisico”


Torta Il Dolce della DomenicaSi tratta di un plumcake integrale pieno di frutta fresca di stagione e frutta secca.
Questa torta va bene per sgarrare a una dieta senza troppi sensi di colpa perché è        nutriente grazie alla frutta secca ricca di Omega3 che abbassa il colesterolo e rende la pelle morbida e bella, ma è priva di grassi animali e non contiene eccessi di zucchero. Nonostante la sua leggerezza, è gustosissima sia come dolce non previsto, sia come brunch per gli studenti che hanno fatto bagordi al sabato sera, sia come merenda, sia per quello che volete voi, per esempio come colazione di tutta la settimana che si appresta a cominciare.

Scriverò dunque gli ingredienti differenziati, laddove servirà, per la versione più dietetica e per la
versione da popolo della notte affamato di golosità la mattina:

  • 300 g di farina tipo zero – oppure 200g di farina di tipo zero e 100g di farina integrale
  • 70 g di farina di riso
  • 100 g di zucchero di canna
  • 250/300 ml di succo di mela – per i contatori di calorie il centrifugato di due mele Pink Lady
  • marmellata di fragole – non zuccherata, per i dietetici q.b.
  • fragole fresche a piacere
  • 100g di nocciole
  • 50 g di uvetta
  • qualche manciata di di gocce di cioccolata fondente se non volete badare alle calorie
  • 100 ml di olio di mais
  • 1 bustina di lievito

 IMG 0896 225x300 Il Dolce della DomenicaLa preparazione di questo Plumcake è piuttosto impegnativa e lunga, ma, d’altra parte, che avete da fare di domenica?

Dunque iniziate con il mescolare le farine setacciate, lo zucchero e il lievito in una ciotola piuttosto ampia; aggiungete poco alla volta l’olio di mais e il succo di mela, mescolate con vigore, molto vigore, finché l’impasto non risulterà sufficientemente morbido da incorporare la frutta secca (non si tratta infatti di un impasto liquido come per molte torte, ma di uno piuttosto sodo ed elastico).

A parte, tritate le nocciole grossolanamente in modo da poterne sentire bene la consistenza croccante sotto i vostri denti, e untitene i tre/quarti alle uvette, alle eventuali gocce di cioccolato, e infine all’impasto; amalgamate bene per rendere il tutto omogeneo.
E ora arriva il bello: versate solo metà dell’impasto in uno stampo da plumcake ricoperto di carta forno e, quando sarà steso uniformemente all’interno dello stampo, versateci sopra la marmellata alle fragole (se la marmellata dovesse essere particolarmente soda e difficile da stendere, stemperatela con un pochino d’acqua o, se ne è avanzato, con del succo di mela) e completate con fragole fresche tagliate a pezzetti non troppo piccoli.
Ricoprite allora con il resto dell’impasto, delicatamente, stando molto attenti a non far mescolare il ripieno di marmellata con l’impasto.
Per fare quelli che di Food Design ne sanno un tot, decorate con pezzetti di fragole e con la granella di nocciole che avevate avanzato prima.
E ora tutto in forno per ben 50 minuti a 180°.
L’attesa sarà estenuante, soprattutto perché in casa si diffonderà un meraviglioso profumo di fragole, voi potrete guardare un telefilm scrauso che passano sul digitale terrestre, mettere a posto la cucina per appropriavi definitivamente del ruolo di perfette casalinghe degli anni ’50, far finta di studiare almeno un capitolo di storia del risorgimento che vi fa tanto schifo, fare qualche serie di saluti al sole.
Quando il timer del forno suonerà allietandovi, non vi resterà che tirare il Plumcake fuori dal forno, sformarlo, aspettare un pochino che si raffreddi, e gustarvene una fetta o più sul divano, con una tazza di thè alla vaniglia, davanti a un bel film di Salvatores annata 1990.

IMG 6881 300x200 Il Dolce della Domenica

 Ah, dimenticavo: se ne mangiate diciotto di fette, sul divano davanti al film di cui   sopra, non è più molto dietetico.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutte le foto contenute nelle ricette pubblicate
su www.losgamato.it sono realizzate dalla redattrice dell’articolo.

 

Di Signorina Effe (05 May 2012)
Leggi »
  • Archivio

  • Tags

  • Questo Mese

  • Meta