“Io Scelgo”, un registro comunale per il testamento biologico

 “Io Scelgo”, un registro comunale per il testamento biologicoDurante le scorse amministrative si è parlato a lungo di ricostruire l’immagine di una Milano Capitale morale d’Italia ed è proprio a questo proposito che in questi giorni è nato un comitato, dall’evocativo nome “Io Scelgo”, che si propone di raccogliere le firme dei cittadini milanesi col fine di presentare una proposte di deliberazione di iniziativa popolare per l’istituzione di un registro che raccolga le disposizioni per il fine vita, meglio note come testamento biologico.

Un’iniziativa che si ispira all’operato di altre grandi città italiane, tra le quali Bologna, Torino, Firenze e Palermo. L’idea è quella di intervenire per porre fine all’imbarazzante silenzio della politica nazionale su temi controversi e dibattuti, come sta già accadendo, sempre a Milano, con il registro delle coppie di fatto.

Tra i tanti esponenti del panorama culturale milanese si è fatto avanti, a sostegno dell’iniziativa, anche Vittorio Angiolini, professore ordinario di Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Milano nonché difensore della famiglia Englaro durante il processo in seguito al quale il problema dell’assenza di una legislazione relativa al testamento biologico si era imposto con forza e urgenza, restando, tuttavia, irrisolto ancora oggi.

Il tutto nonostante, come ricordano gli stessi organizzatori dell’iniziativa, la Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea riconosca come fondamentale il diritto al consenso informato in tutte le procedure sanitarie (articolo 3) e la nostra stessa Costituzione sancisca l’inviolabilità della libertà personale (articolo 13) e la non obbligatorietà di alcun trattamento sanitario, se non indicato espressamente dalla legge (articolo 32).

Per permettere a chiunque di disporre liberamente della propria persona e della propria dignità, il comitato promotore sta raccogliendo le firme necessarie per presentare la proposta di delibera al Consiglio Comunale.

L’obiettivo da raggiungere è di 5.000 firme. Per partecipare e firmare la petizione bisogna essere residenti a Milano e presentare la propria Carta d’Identità. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.scelgoio.info, sul quale si può trovare il calendario con segnalata la presenza dei diversi gazebo per la raccolta firme divisi per zone.

  • “Io scelgo”, un evento-firma per il testamento biologico
    Un po' di tempo fa vi avevo parlato di “Io scelgo”, un comitato che sta raccogliendo le firme dei cittadini per chiedere al Comune di istituire un registro dei “testamenti biologici”, con il quale per...
  • 5 buoni motivi per ricordare il 2012
    Tra botti e stomaci che si preparano all'ingordigia e all'ennesima grande abbuffata, si avvicina alla faccia dei Maya l'ennesimo Capodanno. Mancano poche ore e perché mai dovremmo astenerci dall'od...
  • Israeliani, quando la terra promessa diventa una prigione
    L'art. 16 della Costituzione Italiana afferma: Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in ...
Di Francesco Zaffarano (21 April 2012)
Leggi »
  • Archivio

  • Tags

  • Questo Mese

    April 2012
    M T W T F S S
    « Mar   May »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • Meta